Stultorum infinitus est numerus…


Oggi il popolo, privo di buon senso, si fa difensore del suo stesso male.
Così càpita come nei comizi, quando a meravigliarsi che certuni siano stati eletti pretori sono gli stessi che li hanno votati, una volta che il favore popolare (che è mutevole) è cambiato.
Approviamo una cosa e la disapproviamo subito dopo: ecco il risultato di un parere espresso in base all’opinione della maggioranza.

De vita beata, I, 5

(da: http://akatalepsia.blogspot.com/2011/04/1514-stultorum-infinitus-est-numerus.html )