King Lear

Il mondo degli scrittori non è quell’idillio propagandato da certi talk-show dappoco, è tutt’altro: chi scrive è un potenziale assassino, un brutale figlio di Caio Giulio Cesare, o una dark lady, va da sé che non c’è motivo alcuno per stare allegri. Un bravo critico letterario deve sempre guardarsi le spalle, e toccarsi le palle: la prudenza non è mai troppa.

Giuseppe Iannozzi

http://iannozzigiuseppe.wordpress.com/2011/12/31/michele-monina-prefazione-di-gianni-biondillo