· 78

Umberto Boccioni - gli addii degli stati d'animo


Hai usato
la parola giusta: linfa vitale. Tu sei bravissima a usare le parole, a spiegare le cose. Io traggo linfa da te nello stesso modo, anche quando ti chiedo di raccontarmi pezzi della tua vita, scorci sui quali mi piace sporgermi a guardare. Perché le vicende della tua vita m’interessano moltissimo, sono anch’esse nutrimento per me, sono i tasselli coi quali cerco di ricostruire il tuo essere e il tuo esser stata, mi immedesimo in te e provo insieme a te i sentimenti che racconti, e cerco di vederti com’eri allora, come in un film. Più ti conosco e più ti vedo in profondità, più t’immagino come sei stata e come potrai essere. Mi piace anche la tua visione filosofica del mondo: mi piace confrontarla con la mia visione del mondo, che potremmo definire “filosofico-pragmatico-malandrina”.

 

Annunci