· 82

Archivio personale N 2


Prima ho pensato al rapporto che ho con la scrittura. A volte ho letto di scrittori importanti che dicevano più o meno di “scrivere per sopravvivere”, cioè come esercizio vitale. Io, invece, passo molto tempo senza scrivere. Ma qui sto scrivendo parecchio, a dir la verità: ogni giorno mi dedico all’esercizio vitale di scriverti e di leggerti, e non riesco a immaginare un giorno in cui ciò non avvenga. Lo faccio per vivere, dunque, e finora siamo arrivati a riempire molte pagine. Non solo: come sai, non sono quasi mai riuscito a tenere un diario, mentre ora lo sto scrivendo attraverso il nostro carteggio. È un diario che vorrebbe recuperare gli anni di cui non son riuscito a lasciare traccia, e questo grazie a te, che m’hai contagiato con il tuo amore per la letteratura e per la testimonianza, e per le emozioni e la vita interiore e i moti dell’animo. Mi sa che tu mi stia facendo diventare scrittore sul serio, credo stia accadendo questo. Sto acquisendo quella dignità e quella maturità a cui anelavo, rendendomi conto di esserci ancora lontano. E tu mi ci stai portando per mano. Non solo mi stai ricostruendo: mi stai ri-creando.

 

Annunci