Inserzionisti

logo-lavoce-033

Non escludo che questo meccanismo di aspettative che convergono giochi un ruolo importante, ma forse la spiegazione più semplice è che l’azienda Mediaset va sistematicamente meglio quando Berlusconi è al Governo rispetto a quando non lo è.

Non è solo questione di leggi ad personam, ma del business stesso di Mediaset, che consiste principalmente nella vendita di spazi pubblicitari. Un recente working paper di Stefano DellaVigna, Ruben Durante, Eliana La Ferrara e Brian Knight mostra come gli inserzionisti pubblicitari sistematicamente tendano a comprare più spazi sui canali Mediaset che sui canali concorrenti quando Berlusconi è premier rispetto a quando è all’opposizione. Lo spostamento negli acquisti è significativamente più ampio per le imprese di dimensioni maggiori e per quelle che sono attive nei settori più regolamentati. I risultati sono coerenti con l’ipotesi che l’acquisto di spazi pubblicitari sia un modo per ingraziarsi il premier e ottenere provvedimenti legislativi e regolamentari favorevoli, mossa per l’appunto più semplice nei settori regolamentati. E il conto economico di Mediaset ne guadagna.

Più che dalle colombe nel Pdl, il Governo Letta potrebbe dunque essere salvato dagli opportunistici inserzionisti, dagli investitori razionali e dal vecchio Confalonieri: la serendipity del conflitto di interessi.

http://www.lavoce.info/piu-che-il-falco-pote-linserzionista

 

Annunci