Cervelli

berlusconi-bondi-gasparri

Esistono tre categorie di cervelli: quelli che capiscono da soli, quelli che per capire hanno bisogno degli altri, e quelli che non capiscono né da soli né grazie agli altri. I primi sono eccellentissimi, i secondi eccellenti e i terzi inutili. Dobbiamo necessariamente concludere che Pandolfo Petrucci, non appartenendo alla prima categoria, appartenesse alla seconda. Difatti, ogni volta che uno è in grado di distinguere il bene dal male che un altro fa e dice, benché non abbia un’intelligenza originale, è però in condizione di riconoscere le azioni sbagliate e giuste di un ministro, correggendo le une e incoraggiando le altre. Il ministro non può sperare di ingannarlo e si comporta bene.

Niccolò Machiavelli, Il Principe (1513), XXII-2, versione contemporanea di Piero Melograni, Mondadori, Milano 2013

 

Annunci