Nobili

BerlusconiSchiaffettoCasini_R375

Per chiarire meglio tale questione, dico che esistono soprattutto due categorie di nobili: coloro i quali, con il loro comportamento, si legano completamente alle tue sorti, e coloro che non lo fanno. Coloro i quali si legano e non sono avidi si meritano di essere onorati e preferiti. Coloro che non si legano interamente a te possono a loro volta distinguersi in due categorie: o non si legano per pavidità e naturale mancanza di carattere, nel quale caso te ne devi servire, soprattutto se si tratta di persone sagge e avvedute, che ti faranno onore finché avrai successo, mentre nelle avversità non dovrai temerli. Ma quando non si legano a te per calcolo e per ambizione, è segno che pensano più a loro stessi che a te. Il principe deve stare in guardia da costoro e temerli come se fossero nemici dichiarati perché sempre, nelle avversità, contribuiranno alla sua rovina.

Niccolò Machiavelli, Il Principe (1513), IX-4, versione contemporanea di Piero Melograni, Mondadori, Milano 2013