Studi sul romanzo rosa: Moccia e Volo (1)

url

Prima di cominciare la lettura dei nostri testi sarà il caso di tener presente che la lirica (e la musica) moderna hanno immaginato l’eros con meno inibizioni del novel; basti pensare alla proposta simbolista (ed ermetica) di un desiderio disseminato e indeterminato, sottratto al tempo e allo spazio. Quando, nel corso della sua storia, ha voluto parlare direttamente di desiderio, il romanzo si è spesso rifugiato nelle allegorie, nelle fiabe, nel romance – oppure, col novel, ha ripiegato nel racconto demistificante dei desideri ‘normali’: cioè dei desideri borghesi, compromissori e abbassati.

2. Esiste però, ed è sempre esistito, un ambito di genere nel quale il romanzo stesso ha ceduto generosamente alla cattiva infinità del desiderio, e anzi se ne è nutrito: è quello del rosa, e della narrativa di consumo di argomento erotico–sentimentale. Opere seriali pubblicate in collane specifiche, a volte assemblate da semplici redattori – ma anche, a un livello più elaborato e meno modulare, romanzi ‘d’autore’ (e se possibile, oggi, di autore transmediale), disponibili in collane di narrativa generalista; romanzi tout court nei quali però sopravvivono chiari elementi di genere. Ebbene, all’atteggiamento critico e realistico del novel, alla sua pervicace volontà di razionalizzare, sminuire e smascherare, il romanzo rosa e quello erotico–sentimentale contrappongono da sempre, e continuano a contrapporre, l’incommensurabilità, l’ineffabilità, l’infinità dell’eros:

E’ l’amore. L’amore con la A maiuscola, l’amore folle, quella felicità assoluta, quello per cui non esiste più nessuno per quanto è bello. Amore infinito. Amore sconfinato. Amore planetario. Amore, amore, amore. Tre volte amore. E vorresti ripetere questa parola mille volte, e la scrivi sui fogli e scarabocchi il suo nome,
anche se poi di lui non sai quasi niente. (Moccia 2007: 357)

Gianluigi Simonetti, “Come e cosa desidera la narrativa italiana degli anni Zero”, Between, III.5 (2013)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...