# 11

url

Quando si è protési – se non proiettati – verso qualcuno, in maniera totale, può accadere che basti un tono di voce diverso, un’attenzione non conforme a ciò che ci si aspetta, o anche un sospiro, un silenzio che tiene in sospeso, per immaginare istintivamente qualcosa di negativo, che può sembrare un’espressione sottesa di allontanamento, di diversità, e quindi di esclusione. Allora ci si chiede se è accaduto qualcosa, o se qualcosa è cambiato, o se nel proprio comportamento qualcosa non è stato all’altezza. In realtà è quell’enormità di fattori esogeni, sempre presenti nella vita di ciascuno, a condizionare pesantemente lo scorrere quotidiano. I timori, le incertezze, il sovraccaricarsi di cose e l’accumulo d’influenze e interferenze indebite. La stanchezza, anche, fisica e psichica. Tutte cose che quando prendono di mira sembrano iniettare piccole dosi d’infelicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...