# 13

url

Forse una cosa che mi piacerebbe è indagare i misteri profondi dell’io. Potrebbe essere la vocazione di cui non mi sono accorto, mentre la cercavo in questi anni. Dedicarsi a un’autocontemplazione in cui si esplora l’animo umano e lo si seziona fino alle scaturigini del piacere e del dolore. E intanto le sensazioni sgradevoli ritornano, con tutte le incertezze sul senso dell’esistere. Innanzitutto, non si è sicuri di meritare d’essere amati. Può essere che gli altri non vedano le cose giuste? Che siano condizionati da qualche fattore che impedisce di percepire la realtà com’è? Questi sprazzi di smarrimento arrivano senza bisogno d’essere giustificati, hanno rilevanza in sé, come dati di base. Dalle basi si costruisce e, eventualmente, si confuta. Poiché ho fatto molti danni nella vita, e solo una fortuna sfacciata può avermi fatto superare situazioni che per altri son state insuperabili, la merito tutta questa fortuna? Merito il privilegio d’essere amato? Ancora non riesco a trovare cose buone che possano giustificare i miei privilegi, primo fra tutti d’essere sopravvissuto. Che è un privilegio tutto da dimostrare, poi. Mi piacerebbe porre questi interrogativi alle persone, guardandole e ascoltandole, ma non è possibile, ora. Sono costretto a scriverli, e a macinarli nella testa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.