# 17

_1302698

Mi piacerebbe avere abitudini di lettura classiche, rette da un’elevata capacità di concentrazione sui testi, come ho visto fare da una persona che ho amato moltissimo. Questo tipo di concentrazione, focalizzata e univoca, non la posseggo, perché non ne sono incline e non l’ho coltivata abbastanza. Non ho nemmeno avuto buoni maestri, o forse non ne ho avuti affatto. Un padre positivo, ad esempio, e retto, e avveduto, e sincero mi sarebbe stato di grande beneficio. Invece, buona parte della gioventù l’ho passata sulla strada rischiando inutilmente, buttando tempo e talenti, quasi ignorando il mondo vero. Poi, spinto dal pragmatismo della sopravvivenza, col tempo ho sviluppato una capacità di concentrazione focalizzata sui problemi, sui dati e sui ragionamenti, che ha seguito lo srotolarsi delle esperienze. Ora mi piacerebbe imparare a divorare i libri senza distrarmi e senza perdermi, standoci dentro a tempo indefinito, come fanno i veri lettori. Ma ancora tratto il testo in modo analitico, come un fenomeno da sezionare, da osservare e interpretare nella sua sostanza: e questo non sembra compatibile con l’idea che nella letteratura ci sia la salvezza. Però è troppo bello pensarlo, non sono ancora pronto per smettere di crederci. E intanto continuo a distrarmi, con la testa che vola dappertutto, basta il minimo stimolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...