# 18

self-portrait-as-mars

Le giornate più caratteristiche sono quelle che iniziano con una tristezza profonda, che radica fin giù, che esiste in sé, senza giustificazioni speciali. Una tristezza costitutiva, o istituzionale, se si vuol essere aulici. Quello che si fa o ci si accinge a fare appare non solo inutile, ma faticoso e deprimente, col vuoto di senso che pervade tutto. I segni vitali sono davvero flebili, più che altro condizionati dall’istinto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...