Scrittura ominosa

url

Gli “oracoli storici”, messi a punto durante il periodo che va dall’ultimo terzo del III millennio al primo quarto del II, ci permettono d’intravedere il più antico procedimento che dovette servire alla stesura degli oracoli di divinazione deduttiva, e anche a scoprire questo tipo di divinazione: la constatazione empirica delle coincidenze fra la forma dei presagi e gli eventi della storia. Esiste un modo di vedere le cose per cui basta che una volta, o un certo numero di volte, ci si sia accorti che la comparsa di un fenomeno – qualcosa d’inatteso nel corso delle cose, di anormale, di mostruoso – è stata seguita, dopo un intervallo ragionevole, dall’arrivo di un evento straordinario, fasto o nefasto, perché ci si senta di dover stabilire un rapporto fra loro. Come se il secondo termine fosse collegato al primo e, se non causato, almeno annunciato da esso. Si suppone sia questo il meccanismo che ha portato alla divinazione come disciplina e come tipo di conoscenza.

I messaggi divini scritti nei presagi erano un insieme di segni, o tratti dalla realtà e ancora riconoscibili, o puramente convenzionali, che rappresentavano cose o parole. Erano un codice che gli indovini dovevano decifrare, come indicano questi esempi di aspetti particolari del presagio: «l’Urto-frontale del Nemico», «il Seggio del Pastore», «l’Impianto del Trono», «la Sicurezza», «il Segreto», «il Tradimento», «l’Arma». O ancora, in qualche caso, il risalto dato alla lettura di uno dei segni oracolari, come in questo brano di un trattatello di “palmomanzia sacrificale”: «Se, sul petto dell’uccello [sacrificato], a destra e a sinistra, si trova una quantità di macchie-rosse – i miei soldati e i soldati del nemico, dopo essersi incontrati, non si batteranno; il nome di questo [presagio è]: incontro».

url

Dopo un esempio concreto di “traduzione” del segno in un ambito preciso, quello della guerra, l’autore del trattato ne riassume in una parola il valore generale e, per così dire, il senso “ideografico”, applicabile a ogni altra situazione. Un certo numero di questi “pittogrammi” non avevano, di per sé, nulla in comune con quanto si supponeva che evocassero. Il loro contenuto significativo, quindi, si era potuto scoprire solo per caso – per empirismo. Durante secoli di osservazioni, si dovette costituire in tal modo tutta una collezione di “pittogrammi divinatori”, debitamente provvisti della loro “traduzione ominosa”, malgrado l’assenza di qualunque nesso evidente fra il segno e il significato.

In altri casi, un nesso poteva esistere, sia che il “pittogramma” si riferisse a una cosa o a una parola. Nell’oracolo storico: «Se, a destra del Fegato, si trovano due Diti – [è il] presagio dell’Epoca-dei-Competitori», è la dualità dei Diti che richiama la competizione dei pretendenti; e ancora, l’eclisse di sole lascia trasparire la morte del re; lo sguardo, reputato malefico, del serpente sull’uomo, la morte prossima di quest’uomo; l’incrocio infecondo, la riduzione dell’incremento del bestiame; la mescolanza del corpo di due feti, la confusione nel paese, in seguito a dispute intestine. Così pure il leone è divenuto in qualche modo, nella scrittura divinatoria, l’ideogramma della violenza, del potere assoluto, della superiorità, come si vede da tutti gli oracoli che determina. Tutto poté giocare per stabilire questo legame fra i “pittogrammi” mantici e la realtà: l’evocazione immediata, un simbolismo più o meno sottile, o lambiccato, o fondato su credenze o immaginazioni molto arcaiche – tale ancora l’idea che collega il successo e la buona sorte alla destra, l’insuccesso e la sfortuna alla sinistra.

(6)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...