Formalismo e contenutismo

16095

Sulla questione formalismo vs/ contenutismo:

Non si tratta di provare che la musica ha connessioni con contenuti non musicali o extramusicali, ma di mostrare i limiti di una contrapposizione netta tra dimensione puramente musicale e dimensioni extra o non musicali della musica. Sostenere che la musica ha contenuti non vuol dire assegnare alle forme musicali contenuti esterni, ma piuttosto che la stessa musica è forma-contenuto e che l’apprezzamento delle strutture formali ha a che fare con la comprensione di contenuti che risuonano nella musica. Le associazioni extramusicali non sono tutte e sempre eliminabili, ma sono parte integrante dell’esperienza musicale. La forma in cui ascoltiamo la musica come organizzazione sensata di elementi richiede l’introduzione di rappresentazioni che nella prospettiva del formalismo sarebbero estranee alla musica. Si tratta però di capire in che senso intendere questa estraneità. Se il gesto, l’emozione, la struttura narrativa, ma anche il contesto della composizione, le intenzioni dell’autore ecc. sono non solo un elemento accessorio all’esperienza musicale, ma componenti indispensabili per comprendere e apprezzare la musica anche nei suoi aspetti formali, allora sono parte integante dell’esperienza della musica.

Alessandro Bertinetto, Il pensiero dei suoni, Bruno Mondadori, Milano 2012, p. 84

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...