Writing 64

00

Per me donarmi è normale. Non so perché, non so se derivi da uno scarso amore per me stesso, come qualcuno pensa, o se sia il bisogno viscerale di essere parte, di offrirmi per giustificare la mia esistenza. Resta da capire perché provo un sentimento così profondo, così meditato anche, così integrato nel percorso esistenziale, al punto da condizionarne la forma. Dev’essere la tua naturalità ad avermi aperte tutte le porte che ho dentro, mostrandomi cosa può essere il mondo, solo a volerlo accettare. Ero convinto di essere io a non venire accettato, per un’espiazione che sembrava indiscutibile, e con te scopro che non è vero. Nessuno era riuscito a mostrarmelo, nessuno era stato in grado di vedere. Per questo dico che sai guardare, sai valutare, che hai la prospettiva ma anche il focus. Sai vedere il vicino e le distanze, mantenendo tutto l’insieme prospettico. Essendo così, e non potendo essere altro da questo, tu lo ritieni naturale, chiaro, semplice: anche da qui la tua enorme bellezza.