appunti #5

newton_alchemy1


Gli investigatori riscontrano la mancanza, in base allo schedario della vittima, dei seguenti documenti:
PR I
PR II
PR III- IV – V

le schede PR non sono esplicative, ma contengono riferimenti ermetici, con utilizzo di simboli e crittografia, incomprensibili al profano.

LE ELABORAZIONI TEORICHE DEL PROFESSORE
– interrelazioni fra l’uomo e il cosmo;
– incanalamento dell’energia del cosmo attraverso strumenti appropriati;
– ambiente che raccoglie l’energia prodotta dall’uomo e quella dell’universo, impedendone la dispersione.

C’è uno stato della materia che non è ancora conosciuto: non è né liquido, né solido, né gassoso. Questo stato è pura energia; quando quest’energia pura degrada, essa comincia a diventare materia, quindi massa. Se si riesce a IMBRIGLIARE questa energia pura (energia allo stato superiore) prima che essa si trasformi in energia allo stato inferiore, e a MANIPOLARLA in maniera opportuna, si può ottenereuna sua materializzazione in forme perfette e superiori:

– in PENSIERO non pensato, non prodotto e decodificato dall’uomo in quanto tale, ma forma pura e universale di pensiero che può rendere superiore l’uomo che se ne appropria. (ENERGIA PENSANTE, che può avvicinare a Dio l’uomo che se ne appropria.)

ENERGIA PURA (superiore)
si degrada in: –> ENERGIA INFERIORE, che si degrada in: –> MATERIA.

Se si imbriglia questa energia pura prima di farla degradare (trasformazione totale dell’essenza di quest’energia) si può ottenere:
– Energia Pensante
– Materia Energetica.

Riuscire ad appropriarsi dell’Energia Pura consente all’uomo di riacquistare lo stato di perfezione originaria, cioè l’integrità sua e l’unione col Cosmo, che aveva perduto nella Notte dei Tempi.

 

appunti #4

1262466637

Gli argomenti esoterici della biblioteca della vittima:

astrologia
cartomanzia
alchimia ed ermetismo

LIBRI ANTICHI E MODERNI
– fascicoli
– appunti scritti a mano e scritti a macchina
– tavole astronomiche (atlanti stellari) scritte e disegnate dal professore.

RISCRITTURA DELLE COSTELLAZIONI E COLLEGAMENTI CON EPISODI DELLA MITOLOGIA.
– Antico manoscritto del XV secolo riportante formule e operazioni alchemiche, corredato da un corpus di appunti che ne interpretano e spiegano i contenuti, e forniscono gli elementi per realizzare lo scoopo a cui allude il manoscritto, ossia la creazione/manipolazione dell’essere umano.

E’ questo corpus (o una sua parte importante) che viene sottratto dall’assassino.

GLI APPUNTI
fra gli appunti e le tavole, di pugno della vittima, troviamo:
E – energia incanalata (teoria bio-energetica di Wilhelm Reich)
MS – rievocazione di episodi mitologici e loro collegamento con le costellazioni celesti
(appunti su esperimenti di scambio energetico).

 

appunti #3

Schedario-bibiloteca


Una parte delle cartelle è stata sottratta: gli inquirenti lo scoprono esaminando lo schedario del professore, nel quale erano catalogati e ordinati – per agomento e per autore – i materiali del suo archivio (e i suoi libri). Una parte della documentazione, la cui esistenza è attestata dalle schede, MANCA.

-> GLI ARGOMENTI DELL’ARCHIVIO:
-> GLI ARGOMENTI SOTTRATTI: manoscritti della vittima + manoscritti antichi e disegni non descritti nello schedario in forma chiara, ma elencati in forma di codici, simboli, definizioni ermetiche.
Descrizione della casa, degli arredi, dei quadri (predominanza di rappresentazioni – quadri e statuette – di episodi della mitologia antica).

TELESCOPIO per scrutare il cielo.

STRUTTURA DELL’ARCHIVIO
Ognilibro è documentato da una DOPPIA SCHEDA.
Le schede sono disposte in:
– ordine alfabetico per autore
– ordine alfabetico per titolo (2 serie di schede da consultare).

I VOLUMI sono classificati per argomento: in ciascun argomento i libri sono ordinati per numero di protocollo, costituito da una lettera seguita da un numero progressivo (es: S.17).
– la lettera è un codice che identifica l’argomento;
– il numero identifica la collocazione all’interno dei diversi scomparti della libreria.

 

appunti #2

4520_lassassinioditrotsky05

L’autopsia stabilisce che il professore aveva avuto rapporti sessuali prima della morte. Dal disordine si desume che c’è stata una colluttazione: sedia ribaltata, soprammobili sparsi per terra.

La vittima presenta contusioni e segni sul corpo, che fanno pensare si sia difeso, L’assassino ha frugato nei cassetti, ha spostato libri, cercato cose, forse ha sottratto oggetti di valore: questo può far pensare a un omicidio come conseguenza di una rapina. La rapina è un’ipotesi plausibile: la casa è semi-isolata e in quel territorio possono aggirarsi tossicodipendenti (vedi la presenza della comunità) che vivono di furti e rapine.

Nella casa dovrebbe esserci stato un festino: bicchieri sporchi, bottiglie vuote, piatti. Le bottiglie vuote, o caraffe, sono anonime e non identificano direttamente il tipo di bevande: si deve procedere alla’analisi dei residui di liquido (uno speciale elisir o nettare degli dèi?).

Nello studio (adiacente al soggiorno) si è frugato nella scrivania, nei cassetti , in mezzo ai libri. Nello studio la vittima teneva un archivio di documentazione suddiviso in cartelle ordinate per argomento e alle quali era attribuito un numero di protocollo.
L’ARCHIVIO: consta di fascioli, opuscoli, libri che trattano particolari argomenti, uniti ad appunti della vittima, saggi o trattati brevi, manoscritti o dattiloscritti. Gli argomenti sonno diversi… [struttura archivio da creare]

 

· 67

Quei primi messaggi erano molto misurati, è vero, ma mostrano che avevamo la chiara consapevolezza di quel che ci stava accadendo, e che non avevamo nessuna intenzione di dissimulare i sentimenti. Li dichiaravamo senza fingere, pur mantenendo un tono composto e dignitoso, segno del rispetto che eravamo decisi a portarci l’un l’altra fin dall’inizio. Ma sapevamo in che direzione stavamo andando, e ci andavamo tranquilli e sicuri, senza dubbi: quello doveva accadere, e basta. Come ho detto molte volte, sei una creatura di una bellezza “totale”: rivederti e ripensarti  mi dà il respiro grosso. Non c’è nessuna manifestazione di te che non sia bella, delicata, spontaneamente vera. Hai tante e tali qualità, e sei così affascinante – per chi sa vedere – che, come ti ho scritto, meriti la dedizione di una vita intera. Sono straconvinto che una vita passata con te sarebbe semplicemente stupenda, un premio e una grazia assoluti. Vorrei proteggerti sempre, contro tutte le contrarietà e le minacce della vita. E continuerò a incoraggiarti, perché sei solo espressione di bene e di bellezza e di bravura. Non sapevo se una cosa del genere fosse ancora possibile, nel nostro mondo, e ho scoperto che lo è. Il bello di te è che, pur essendo così superna, quindi teoricamente distante, in realtà sei semplice e amica, terrestre nella maniera più normale, ma libera da qualsiasi aberrazione che la civiltà, nel suo osceno progredire, ci ha inflitta. È così intenso il tuo essere speciale, così profondo nella sua apparente normalità, che impone riflessione e contemplazione, oltre allo slancio d’amore. Bisogna fermarsi e guardarti, e vedere la tua anima così ben scolpita e rifinita e levigata, attraverso il tuo corpo e il tuo viso così “normalmente” belli. Una bellezza che non si nota nella moltitudine in cui ci muoviamo, nelle costrizioni in cui viviamo, proprio per questa sua apparente “normalità” che non sfiora le derive esistenziali che hanno invaso il mondo. Ma tu sei bellezza, sei musica, sei amore, sei profondo rispetto per il prossimo, sei intelligenza ed equilibrio, sei fantasia, sei intelletto che scava, sei consapevolezza, sei capacità di approfondire il reale. Sei tutto: sei la donna-ragazza capace di rivoluzionare la vita, per sempre.