Egberto Gismonti Trio – 7 Aneis / Infancia / Forro


Egberto Gismonti, Nando Carneiro e Zeca Assumpção Ao Vivo Na Sala Cecília Meireles.

7 Aneis / Infancia / Forro.

TEVIS & PARTNERS: rating e outlook di Luciano Ligabue (2)

Il Rumore dei Baci a Vuoto_copertina_m

Ma ciò che rileva è l’ultima pubblicazione di Luciano Ligabue, la raccolta di racconti Il rumore dei baci a vuoto (Einaudi 2012). Qui, ogni racconto è caratterizzato da un “finale aperto”, che – dopo una perdita, una scelta incomprensibile, un errore, un segreto svelato, una lettera da aprire, il passato che ferisce – lascia comunque intravedere la speranza dell’assestamento, del riscatto, della redenzione.

Sfortunatamente, queste concessioni al “buon esito” del mondo – anche se lasciato solo intuire, per le esigenze di “letterarietà” delle intenzioni – non sono sufficienti per reggere la scarsa consistenza del testo. Le storie faticano a trovare un senso, a volte una giustificazione, mentre i personaggi raccontati non riescono mai ad acquisire uno spessore.

Tutto ciò a dispetto dell’incomprensibile affermazione del noto recensore Antonio D’Orrico apparsa nell’inserto domenicale del Corriere della Sera: «Non abbiamo un Raymond Carver italiano. Mi correggo, non avevamo un Raymond Carver italiano. Ora c’è e si chiama Luciano Ligabue».

dorrico-224x300

Ora, poiché è chiaro – a chiunque abbia letto i racconti di Raymond Carver – che tale parificazione è assolutamente infondata, ci si interroga sul senso e sull’utilità di queste affermazioni. Finora, l’unica cosa evidente è che le pratiche incensatorie di questo recensore, spesso lanciate a casaccio, non fanno che alimentare la confusione di ruoli che da tempo contamina anche la produzione editoriale italiana. Continue reading

TEVIS & PARTNERS: rating di Luciano Ligabue

luciano-ligabue

Com’è noto, una quindicina d’anni fa il rocker Luciano Ligabue ha sfruttato il grande successo regalatogli dalle vastissime platee di fans per tentare di avviare una “collaterale” carriera letteraria.

L’esordio fu nel 1997, con la raccolta di racconti Fuori e dentro il borgo, che vinse il Premio Elsa Morante e il Premio Città di Fiesole. L’artista, dunque, si scoprì anche “narratore delle pianure” – sulla scia del padre nobile Gianni Celati – nella terra situata “tra la via Emilia e il West”.

9788807701566_quarta.jpg.448x698_q100_upscaleIl primo romanzo arriva nel 2004, col titolo La neve se ne frega (“I canguri” Feltrinelli). Il libro viene presentato a Torino da Francesco Piccolo (al cui romanzo Il tempo imperfetto quest’opera è palesemente ispirata, per la trovata di terza mano dell’età umana che procede al contrario, con la matrice originale che risale al maestro Philip K. Dick); a Roma da Alessandro Baricco; a Milano da Fernanda Pivano. La mobilitazione di questi ultimi “mostri sacri”, nel sostegno al rocker-scrittore, fa pensare a un disegno di marketing non improvvisato e ben strutturato, che inevitabilmente ha dato i suoi frutti in termini di vendite e di classifica. Continue reading

http://tevispartners.wordpress.com/2013/06/03/t-file-1131-rating-di-luciano-ligabue

Leonard Bernstein’s Lectures: 6. The Poetry of Earth

Bernstein’s lectures covered a lot of terrain, touching on poetry, linguistics, philosophy and physics. But the focus inevitably comes back to music — to how music works, or to the underlying grammar of music.

SIXTH LESSON: THE POETRY OF EARTH

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music

Leonard Bernstein’s Lectures: 5. The 20th Century Crisis

The lectures run over 11 hours. They’re considered masterpieces, beautiful examples of how to make complicated material accessible. And they’re available in full on YouTube.

FIFTH LESSON: THE 20TH CENTURY CRISIS

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music

Leonard Bernstein’s Lectures: 4. Delights & Dangers of Ambiguity

The lectures run over 11 hours. They’re considered masterpieces, beautiful examples of how to make complicated material accessible. And they’re available in full on YouTube.

FOURTH LESSON: DELIGHTS AND DANGERS OF AMBIGUITY

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music

Leonard Bernstein’s Lectures: 3. Musical Semantics

Delivered in the fall of 1973 and collectively titled “The Unanswered Question,” Bernstein’s lectures covered a lot of terrain, touching on poetry, linguistics, philosophy and physics. But the focus inevitably comes back to music — to how music works, or to the underlying grammar of music.

THIRD LESSON: MUSICAL SEMANTICS

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music

John McLaughlin & The 4th Dimension, Mother Tongues, 2011


John McLaughlin – electric guitar
Gary Husband – keyboards, drums
Etienne M’Bappe – electric bass
Ranjid Barot – drums

46 Heineken JazzAldia
Festival de Jazz de San Sebastián, 23 Julio 2011
Plaza de la Trinidad, Donosti, Spain

Leonard Bernstein’s Lectures: 2. Musical Syntax

Delivered in the fall of 1973 and collectively titled “The Unanswered Question,” Bernstein’s lectures covered a lot of terrain, touching on poetry, linguistics, philosophy and physics. But the focus inevitably comes back to music — to how music works, or to the underlying grammar of music.

SECOND LESSON: MUSICAL SYNTAX

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music

Leonard Bernstein’s Lectures: 1. Musical Phonology

In 1972, the composer Leonard Bernstein returned to Harvard, his alma mater, to serve as the Charles Eliot Norton Professor of Poetry, with “Poetry” being defined in the broadest sense. The position, first created in 1925, asks faculty members to live on campus, advise students, and most importantly, deliver a series of six public lectures. T.S. Eliot, Aaron Copland, W.H. Auden, e.e. cummings, Robert Frost, Jorge Luis Borges — they all previously took part in this tradition. And Bernstein did too.

FIRST LESSON: MUSICAL PHONOLOGY

http://www.openculture.com/2012/03/leonard_bernsteins_masterful_lectures_on_music