appunti #5

newton_alchemy1


Gli investigatori riscontrano la mancanza, in base allo schedario della vittima, dei seguenti documenti:
PR I
PR II
PR III- IV – V

le schede PR non sono esplicative, ma contengono riferimenti ermetici, con utilizzo di simboli e crittografia, incomprensibili al profano.

LE ELABORAZIONI TEORICHE DEL PROFESSORE
– interrelazioni fra l’uomo e il cosmo;
– incanalamento dell’energia del cosmo attraverso strumenti appropriati;
– ambiente che raccoglie l’energia prodotta dall’uomo e quella dell’universo, impedendone la dispersione.

C’è uno stato della materia che non è ancora conosciuto: non è né liquido, né solido, né gassoso. Questo stato è pura energia; quando quest’energia pura degrada, essa comincia a diventare materia, quindi massa. Se si riesce a IMBRIGLIARE questa energia pura (energia allo stato superiore) prima che essa si trasformi in energia allo stato inferiore, e a MANIPOLARLA in maniera opportuna, si può ottenereuna sua materializzazione in forme perfette e superiori:

– in PENSIERO non pensato, non prodotto e decodificato dall’uomo in quanto tale, ma forma pura e universale di pensiero che può rendere superiore l’uomo che se ne appropria. (ENERGIA PENSANTE, che può avvicinare a Dio l’uomo che se ne appropria.)

ENERGIA PURA (superiore)
si degrada in: –> ENERGIA INFERIORE, che si degrada in: –> MATERIA.

Se si imbriglia questa energia pura prima di farla degradare (trasformazione totale dell’essenza di quest’energia) si può ottenere:
– Energia Pensante
– Materia Energetica.

Riuscire ad appropriarsi dell’Energia Pura consente all’uomo di riacquistare lo stato di perfezione originaria, cioè l’integrità sua e l’unione col Cosmo, che aveva perduto nella Notte dei Tempi.

 

appunti #4

1262466637

Gli argomenti esoterici della biblioteca della vittima:

astrologia
cartomanzia
alchimia ed ermetismo

LIBRI ANTICHI E MODERNI
– fascicoli
– appunti scritti a mano e scritti a macchina
– tavole astronomiche (atlanti stellari) scritte e disegnate dal professore.

RISCRITTURA DELLE COSTELLAZIONI E COLLEGAMENTI CON EPISODI DELLA MITOLOGIA.
– Antico manoscritto del XV secolo riportante formule e operazioni alchemiche, corredato da un corpus di appunti che ne interpretano e spiegano i contenuti, e forniscono gli elementi per realizzare lo scoopo a cui allude il manoscritto, ossia la creazione/manipolazione dell’essere umano.

E’ questo corpus (o una sua parte importante) che viene sottratto dall’assassino.

GLI APPUNTI
fra gli appunti e le tavole, di pugno della vittima, troviamo:
E – energia incanalata (teoria bio-energetica di Wilhelm Reich)
MS – rievocazione di episodi mitologici e loro collegamento con le costellazioni celesti
(appunti su esperimenti di scambio energetico).

 

appunti #3

Schedario-bibiloteca


Una parte delle cartelle è stata sottratta: gli inquirenti lo scoprono esaminando lo schedario del professore, nel quale erano catalogati e ordinati – per agomento e per autore – i materiali del suo archivio (e i suoi libri). Una parte della documentazione, la cui esistenza è attestata dalle schede, MANCA.

-> GLI ARGOMENTI DELL’ARCHIVIO:
-> GLI ARGOMENTI SOTTRATTI: manoscritti della vittima + manoscritti antichi e disegni non descritti nello schedario in forma chiara, ma elencati in forma di codici, simboli, definizioni ermetiche.
Descrizione della casa, degli arredi, dei quadri (predominanza di rappresentazioni – quadri e statuette – di episodi della mitologia antica).

TELESCOPIO per scrutare il cielo.

STRUTTURA DELL’ARCHIVIO
Ognilibro è documentato da una DOPPIA SCHEDA.
Le schede sono disposte in:
– ordine alfabetico per autore
– ordine alfabetico per titolo (2 serie di schede da consultare).

I VOLUMI sono classificati per argomento: in ciascun argomento i libri sono ordinati per numero di protocollo, costituito da una lettera seguita da un numero progressivo (es: S.17).
– la lettera è un codice che identifica l’argomento;
– il numero identifica la collocazione all’interno dei diversi scomparti della libreria.

 

appunti #2

4520_lassassinioditrotsky05

L’autopsia stabilisce che il professore aveva avuto rapporti sessuali prima della morte. Dal disordine si desume che c’è stata una colluttazione: sedia ribaltata, soprammobili sparsi per terra.

La vittima presenta contusioni e segni sul corpo, che fanno pensare si sia difeso, L’assassino ha frugato nei cassetti, ha spostato libri, cercato cose, forse ha sottratto oggetti di valore: questo può far pensare a un omicidio come conseguenza di una rapina. La rapina è un’ipotesi plausibile: la casa è semi-isolata e in quel territorio possono aggirarsi tossicodipendenti (vedi la presenza della comunità) che vivono di furti e rapine.

Nella casa dovrebbe esserci stato un festino: bicchieri sporchi, bottiglie vuote, piatti. Le bottiglie vuote, o caraffe, sono anonime e non identificano direttamente il tipo di bevande: si deve procedere alla’analisi dei residui di liquido (uno speciale elisir o nettare degli dèi?).

Nello studio (adiacente al soggiorno) si è frugato nella scrivania, nei cassetti , in mezzo ai libri. Nello studio la vittima teneva un archivio di documentazione suddiviso in cartelle ordinate per argomento e alle quali era attribuito un numero di protocollo.
L’ARCHIVIO: consta di fascioli, opuscoli, libri che trattano particolari argomenti, uniti ad appunti della vittima, saggi o trattati brevi, manoscritti o dattiloscritti. Gli argomenti sonno diversi… [struttura archivio da creare]

 

· 50

Caro amico, il tuo è sicuramente un bel libro. Mi ha emozionato, quindi ha centrato lo scopo (la missione) dell’espressione letteraria, che per definizione deve trasmettere emozioni. Innanzitutto, lo stile a frasi brevi è molto moderno e azzeccato. Dunque mi hai “scavalcato a sinistra”: perché quello stile narrativo io puntavo a raggiungerlo, in una fase di “maturazione” a cui purtroppo non sono ancora arrivato. Poi, nella tua narrazione sento un’anima, un’anima che ha la dolcezza della pietas. Un’anima simile, nel narrare, l’ho sentita ad esempio (per usare un paragone rozzo) nel film La sottile linea rossa di Terrence Malick.
Come sai, in diversi passi del romanzo ho visto te: ti ho proprio visualizzato. Quando tua madre salì in macchina e guardava tuo padre seduto davanti, e pensò che “aveva delle belle spalle e un bel collo”, io ho visto te. Quando leggo la lettera di Giulio del 23 agosto 1945 mi sembra di leggere una tua lettera: lo stile e l’intonazione sono le tue, il linguaggio garbato e partecipe, la positività con cui lui guarda la vita. Non a caso, a sentir lui, durante la prigionia si era quasi divertito! L’impressione complessiva, insomma, è che tu sia il ritratto di tuo padre. Poi: Ester ha fatto la maestra. Anche mia madre — della stessa generazione — ha fatto la maestra, e tutti coloro che son stati a scuola da lei la ricordano con affetto e riconoscenza. E dipinge anche, mia madre, da quand’era ragazza. Continua a leggere “· 50”

· 49

Sei brava quando affronti le situazioni con più sicurezza: stai certa che sarai sempre apprezzata, e non solo da me. E anch’io traggo questa forza: nessuno qui sa quanto sono fortunato, mi dico di fronte alla vita. M’impressiona la tua capacità di lettura: devo ancora capire come fai a studiare (per gli esami) e insieme a leggere libri per altri fini. E tutto in gran velocità! Sei un fenomeno da studiare, sai? Vorrei imparare da te.
Ieri ti ho scritto una lettera, e oggi anche: le ho nella borsa e te le consegnerò domani. In quella di oggi ho dato sfogo a un attacco di pessimismo, perché sentivo l’urgenza di dirtelo. Ma poi lo leggerai con calma e mi darai le tue risposte. E ne parleremo anche. Parleremo di tante cose, anche di te: voglio sapere come fai a leggere tutti quei libri, che ritmo hai, che tecniche usi… devi svelarmi i tuoi segreti. Perché vorrei diventar magico come te. Se fossi magico come te, sarei davvero grande: chissà se mai ci riuscirò.