La seduzione delle teorie

url

Guardando ai primi pensatori greci: le teorie andavano spesso contro i dati osservativi e si fondavano su inferenze deduttive, stimolate dal desiderio di ricerca e dall’insoddisfazione per le teorie precedenti. Anassimandro proponeva l’idea che la terra fosse sospesa nello spazio perché a uguale distanza da tutte le altre cose, contrapponendosi all’idea di Talete, che immaginava la terra galleggiare sull’acqua. La scienza, dunque, non è nata dall’osservazione, ma piuttosto dal bisogno tutto umano di trovare risposte. Molte di queste concezioni sono poi risultate inesatte o completamente errate, ma — come scrive Popper in Ritorno ai Presocratici — una «teoria falsa può rappresentare una grande conquista, quanto una vera. E molte teorie false hanno giovato alla ricerca della verità più di altre, meno interessanti, ancora oggi accettate».