· 96

Vittorio Corcos


Una cosa che m’ero dimenticato di dirti: oggi, mentre facevamo quei discorsi seri, eri senza occhiali e per tutto il tempo mi sono perso nel tuo sguardo profondo e bellissimo. Ti ho guardata da molto vicino, quei tuoi occhi color del mare erano attenti e riflessivi, e quello sguardo mi è rimasto dentro,
lo vedo ancora molto nitido e ne sento la profondità. Anche questa è stata un’esperienza importante, qualcosa che non si cancella. Ed è importante che amiamo dirci tutto, perché ci fa star bene e ci arricchisce e ci rende più consapevoli e forti. La simpatia, poi, la trovo anche in te, fortissima: anzi, credo che la tua simpatia alimenti la mia, com’è successo fin dai primi giorni. Ci piace ridere insieme delle cose della vita, siamo due buontemponi! Invece, quando sono in giro e non sono con te mi annoio, e mi dico quante belle cose potremmo fare, di quanti argomenti interessanti potremmo parlare. Poi hai una voce che suona come una melodia leggera, hai una dizione impeccabile, quasi ricercata, da attrice.

 

Stressansia


So che l’ansia e lo stress sono sempre in agguato. L’ansia viene dall’incertezza verso il futuro, lo stress è l’allarme interno che scatta quando le richieste dell’ambiente sono percepite come superiori alle proprie forze. Meglio privilegiare il breve periodo, allora: concentrarsi sull’obiettivo più vicino da raggiungere, cercare creativamente delle alternative, darsi spiegazioni razionali. Ma anche privilegiare gli obiettivi più importanti, e considerare gli ostacoli come normali prove da superare. Senza mai perdere il senso dell’umorismo, se lo si possiede. Per carattere, tendo a diffidare di chi è privo di senso dell’umorismo. L’umorismo non è la battuta sciocca o meccanica, non è il tormentone evocativo di comicità: è uno degli strumenti — e non il meno importante — per affrontare la vita.